Capodanno romantico nella Ville Lumière


Nel capodanno 2018 abbiamo realizzato il viaggio più romantico di sempre che per due ragazzi innamorati come noi è stato da favola! Stiamo parlando della Ville Lumiere, Parigi!

Parigi

31 Dicembre: Capodanno a Parigi

Abbiamo volato con Air France prenotando 3 mesi prima spendendo circa 130 euro, compagnia discreta che però sia nel viaggio di andata che di ritorno ci ha offerto la colazione.

Siamo atterrati all’aeroporto di Charles de Gaulle verso mezzogiorno e da qui abbiamo preso il treno (RER, attiva dalle 5:00 alle 23:30) che in circa 50 minuti ci ha portato nel centro di Parigi alla stazione Gare du Nord, RER che si può raggiungere da tutti e 3 i Terminal.

Da Gare du Nord abbiamo preso la metropolitana che ci ha portato alla fermata Place d’Italie, vicino al nostro hotel nel 13 Arrondissement ovvero l’Hotel Des Ecrivains che per 322 euro ci ha permesso di alloggiare per 5 notti.

L’hotel era in ottime condizioni e il centro si raggiungeva in 10 minuti di metro quindi gli diamo una valutazione sicuramente positiva.

La nostra prima meta era il centro della città quindi siamo scesi a Concorde (Linea 1) e siamo andati a ritirare nell’ufficio turistico di Parigi la Paris Passlib’(card che al costo di 70 euro per 3 giorni +20 euro per il secondo piano della Torre Eiffel ci ha permesso di visitare le principali attrazioni capitoline) passando per i Giardini delle Tuileries, giardini creati proprio dalla nostra Caterina de Medici e diventati parco in cui festeggiare dopo la rivoluzione francese, che ci hanno regalato la prima passeggiata nella capitale francese, ammirando la ruota panoramica in mezzo al parco e guardando da lontano la Torre Eiffel!

Dai giardini abbiamo passeggiato lungo la Senna entrando piano piano nel clima francese.

Eravamo arrivati quasi a destinazione, giriamo l’angolo di un edificio e compare proprio lei… in tutta la sua grandezza, sua maestà Tour Eiffel.

Ragazzi non scherziamo, vedere improvvisamente un opera così grande e bella ci ha fatto rimanere a bocca aperta! Lo consideriamo uno dei monumenti più belli che abbiamo mai visto, ma fino a quel momento ci eravamo limitati solo ad una visita esterna perché la giornata era dedicata ai festeggiamenti per l’inizio del nuovo anno.

Sicuramente abbiamo fatto la cena di capodanno più sconveniente di sempre, la location era però deliziosa ed il ristorante vicino la Torre quindi almeno abbiamo passato una cena molto bella!

Siamo andati al Bistrot Saint-Dominique spendendo circa 70 euro a test. Il menù di Capodanno comprendeva bottiglia d’acqua, flute di champagne, Foie gras, un pezzo di carne alla griglia con purea di patate e un tortino al cioccolato.

Il primo e il secondo non erano per niente all’altezza del prezzo per fortuna il dolce e comunque il servizio gentile unito alla bellezza del bistrot hanno salvato la cena.

Finito di mangiare e sentendo già botti e qualche fuoco d’artificio in giro per la città ci siamo diretti verso l’Arco di Trionfo per aspettare il Countdown finale e dare inizio alla festa.

Gia dalle 23 la piazza era gremita di gente ed impossibile arrivare esattamente davanti all’arco, ma lo spettacolo di luci che come ogni anno viene proiettato sull’arco si vedeva chiaramente anche da lontano.

Noi siamo andati nel capodanno 2018 ed è stato emozionante! Dopo tutto quello che ha passato questa città e la Francia dal punto di vista terroristico, vedere Parigi che non ha paura di festeggiare ma che guarda in avanti sempre e comunque verso un futuro di felicità ci ha fatto sicuramente riflettere.

Finiti i fuochi d’artificio con molta fortuna ci siamo rifugiati a bere qualche drink in un locale vicino alla Senna e come detto in precedenza questo clima di festa anche all’interno del locale ci ha fatto passare una gran serata fino le due di notte!

Parigi

1 Gennaio: Parigi è anche Disneyland

Questo è stato il giorno che la maggior parte delle persone sogna di trascorrere almeno una volta nella vita!

Il giorno in cui ci siamo diretti a Disneyland Paris!

Uno dei pochi giorni in cui, nonostante la festa fatta in precedenza, non vedevamo l’ora di alzarci per partire e passare più tempo possibile in quel luogo fiabesco.

Disneyland non è a Parigi ma si raggiunge con la RER linea A in direzione Marne-la-Vallé – Chessy. La RER linea A si può prendere da Nation o da Gare de Lyon dalle 5.30 di mattina a mezzanotte circa, con treni ogni dieci minuti al costo di 7,50.

L’ingresso al parco costa 61 euro per gli adulti e 55 euro per i bambini (da 3 a 11 anni).

Parigi

Che dire Disneyland Paris è proprio come ve lo aspettate e probabilmente come ve lo siete sempre immaginati: un posto in cui nessuno potrà mai essere triste e la felicità è sprigionata in ogni centimetro di questo posto.

Noi abbiamo avuto  fortuna (sì, fortuna!) di andarci in un giorno di pioggia così che le file per le tantissime giostre all’interno del parco si trascorrevano in meno di mezz’ora.

Abbiamo girato e sognato nei mondi di Peter pan e di Biancaneve, abbiamo sparato nel divertente gioco di Toy Story e ci siamo spaventati nella giostra della miniera d’oro ma anche estasiati dall’allestimento della zona dedicata a Pirati dei Caraibi e ad Aladdin!

Quelle che più ci hanno divertito però sono state la casa degli orrori (il cane che spunta all’improvviso ancora ce lo immaginiamo la notte!), le montagne russe di Star Wars (qui Alessia non è d’accordo… immaginate perchè haha), ma anche l’esperienza in 4D di Star Wars dove vi faranno esplorare 3 diversi pianeti con il VR e la poltrona sotto di voi si muoverà in corrispondenza dei movimenti a 360 gradi della navicella.

Parigi

Quello che davvero ci ha lasciato un ricordo indelebile sono stati il bellissimo negozio a tema Disney in cui si trovare qualsiasi cosa ( come il meraviglioso il castello della Bella Addormentata ricreato con degli Swarowski valore 20000 mila euro circa!), il musical natalizio in cui vedrete Pippo Topolino e Minnie scatenarsi con batteria e scarpe da tip tap, ma soprattutto dulcis in fundo la giornata lo spettacolo che dura circa 20 minuti alla chiusura del parco (ore 22) in cui una carrellata di tutte le canzoni dei grandi classici Disney con animazioni proiettate sul castello ed i fuochi d’artificio vi riempiono il cuore di emozioni e la mente di ricordi!

Una giornata da sogno ed indimenticabile, torneremo in un altro parco a tema Disney nel mondo ma la prima volta si ricorda per sempre, addirittura alla fine dello spettacolo finale ci è scesa qualche lacrima di felicità per farvi capire quanto ci siamo emozionati, noi ve lo raccomandiamo vivamente… ma il nostro viaggio a Parigi è solo all’inizio!

Per acquistare i biglietti di Disneyland, clicca qui.

Parigi

Rimanete aggiornati sulle nostre stories instagram per scoprire quando uscirà il prossimo articolo su Parigi!




Capodanno a Berlino

Ciao! Oggi siamo qui per raccontarti il nostro ultimo viaggio: 5 giorni a Berlino per festeggiare il capodanno 2019. Vogliamo spiegarti come trascorrere l’inizio dell’anno nuovo nella città che vanta i migliori festeggiamenti d’Europa (con meno di 500€!).

Lisbona: colori, paesaggi e fantastici dolci! – parte 2

Il giorno seguente dopo aver completato la solita routine della colazione, ci siamo diretti verso la parte più moderna della capitale: il quartiere Parque Das Nacões. Questa è la parte più moderna perchè è stata completamente riammodernizzata e riadattata per un’occasione speciale: Expo ’98.

Estate a Barcellona

Nel luglio 2017 abbiamo scelto come meta della nostra vacanza una delle città che abbiamo più amato nei nostri viaggi, Barcellona!

Questo articolo ha 3 commenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu
x Close

Like Us On Facebook


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552