Gita a Cascais e Setubal



Continua il racconto del nostro viaggio in Portogallo! Dopo aver narrato delle nostre gesta a Lisbona e Sintra (vi invitiamo come sempre a recuperare i nostri articoli precedenti su queste mete), il nostro percorso stavolta prosegue con una gita a Cascais.

gita

Cascais è una località costiera a Ovest di Lisbona, non troppo lontana quindi perfetta per una gita giornaliera. Si raggiunge dalla stazione di Cais do Sodre prendendo la linea omonima. Il costo del biglietto andata e ritorno è di €4,50 e il viaggio dura circa 40 minuti.

Il treno arriva proprio all’inizio della cittadina e permette di accedere subito alla spiaggia di Praia da Conceição che non consigliamo anche perché essendo molto comoda alla stazione è piena di gente. Usciti dai binari si può proseguire per le vie visitandoi vari negozi o fermarsi in qualche ristorante o bar nel caso sia arrivata l’ora di riempirsi la pancia.

Noi abbiamo iniziato la nostra gita proseguendo per tutta la via fino ad arrivare a Praia dos Pescadores, una spiaggia abbastanza grande e dove abbiamo potuto rilassarci e ammirare le qualità dei portoghesi, noi siamo rimasti stupiti nel vedere ragazzi e ragazze giocare a calcio ad alti livelli. La spiaggia permette di giocare a Beach volley e di ascoltare meravigliosi artista di strada: quelo che abbiamo incontrato noi col suo sassofono realizzava vera poesia!

gita

Dopo un meritato relax dopo tutti i chilometri percorsi nei giorni precedenti, abbiamo pranzato velocemente in un fast food per poi dirigerci nel vero e proprio pezzo forte della gita a Cascais: la Boca do Inferno.

Per arrivare lí abbiamo attraversato un delizioso parco, il Parque Marechal Carmona, dove è possibile rilassarsi all’ombra delle palme, vedere nuotare le tartarughe e papere nel laghetto e sentire con una certa frequenza i galli cantare.

Attraversato il parco abbiamo percorso il lungo oceano ammirandone la vastità e scattando foto nei vari punti panoramici.

Finita la passerella ecco lí la Boca do Inferno in tutta la sua bellezza! Il suo nome deriva dallo schianto delle onde all’interno della spaccatura rocciosa che provoca un rumore infernale.

La Boca do Inferno si può ammirare da varie angoazioni. Una delle parti preferite della nostra vacanza infatti è stata il momento in cui ci siamo rilassati sulle rocce ad ascoltare i suoni dell’oceano e ad osservare la Boca.

gita

Noi eravamo estasiati da questa visione, saremo stati circa 1 ora in quel posto rilassandoci, prendendo il sole e facendo foto sia a noi stessi che agli altri turisti emozionati che ci tenevano ad avere ricordi in questo posto.

A metà pomeriggio ci siamo diretti verso la Cittadella di Cascais dove è presente uno spazio culturale in cui vengono esposte diverse mostre a seconda del periodo. Non essendo grandi esperti non ci ha molto emozionato, ma abbiamo fatto un piacevole giro di perlustrazione. Siamo poi tornati in spiaggia dove abbiamo proseguito la nostra prima giornata di relax, preso il sole e fatto un giro nei negozi sopratutto quelli di souvenir per cui andiamo matti. Alla fine della giornata abbiamo ripreso il treno per Lisbona.

gita

Arrivati a Cais do Sodre abbiamo concluso la giornata prendendo qualcosa da mangiare in un mercato vicino a Piazza Rossio allestito quel giorno dove in particolare abbiamo mangiato per soli 3 euro una porzione di porchetta fritta… tanto buona quanto non salutare :D.

29 Luglio: gita a Setubal

Il giorno seguente ci siamo diretti verso un’altra località marittima, meno turistica e famosa rispetto a Cascais ovvero Setubal.

Abbiamo preso il treno alla stazione ferroviaria vicino a Piazza Rossio, pagando per andata e ritorno un equivalente di 9 euro con durata del viaggio di circa un’ora.

gita

Il viaggio ci ha permesso di attraversare lo splendido Ponte 25 do Avril e di vedere da una distanza piuttosto ravvicinata il Cristo Redentore.

Arrivati a Setubal si può notare subito che non ci sono tante persone per le strade sopratutto nel centro della città che purtroppo è un po’ più trasandata.

Il vero gioiello di questo paese però è la penisola di Troia, meta principale della nostra gita.

Questa è un meravigliosa parte di terra separata dal fiume ed opposta rispetto al paese di Setubal. è la vera e propria attrazione della città.

Il traghetto parte circa ogni mezz’ora al costo di 7 euro (ritorno gratuito).

La penisola di Troia è una delle linee costiere più belle del Portogallo con un tratto di 13km di spiagge completamente libere e incontaminate ed un’acqua che nonostante sia oceanica risulta essere pulita.

Qui vi potrete divertire alternando momenti in spiaggia a passeggiate oppure andando nella zona più chic della penisola, ovvero quella vicino alla zona traghetto facendo un giro dei ristoranti o nel casinò.

Noi come consigliato abbiamo fatto una lunga passeggiata (abbiamo portato dietro zaini e cose preziose ma la spiaggia era tranquilla e non c’era la sensazione che ci potrebbero essere furti) e ci siamo fermati in un chioschetto lungo la strada verso l’entroterra per fare merenda con un waffle.

gita

Anche questa è stata una gita calma e con ritmi lenti per goderci a pieno il clima portoghese prima di ripartire il giorno dopo. Dopo mezza giornata in questo paradiso siamo ripartiti e tornati a Lisbona.

Vi consigliamo di visitare queste due località balneari nel caso andiate in Portogallo poichè sono tanto belle quanto diverse. Il nostro viaggio, come vi abbiamo già raccontato negli scorsi articoli, si è concluso il giorno dopo a Lisbona.

Il Portogallo ci ha regalato una vacanza piacevole e indimenticabile. Come vi abbiamo ripetuto diverse volte il clima, la gentilezza dei portoghesi e i colori  accesi che avvolgono la città ci hanno fatto venire la nostalgia mentre salivamo sull’aereo di ritorno.

Sappiamo che questo paese ha ancora tanto da regalarci e mete come l’Algarve o Porto sono nella nostra bucket list come qualche altra gita quindi rimanete sintonizzati che in futuro vi racconteremo ancora della nostra esperienza nella terra dei navigatori.

Sintra: entrate nel mondo delle fiabe

Finito di vedere tutte le cose programmate a Lisbona era tempo delle gita fuori città, siamo partiti con Sintra probabilmente il punto più faticoso e bello della vacanza (ma anche per colpa nostra e vi spiegheremo perchè).

Lisbona: colori, paesaggi e fantastici dolci! – parte 2

Il giorno seguente dopo aver completato la solita routine della colazione, ci siamo diretti verso la parte più moderna della capitale: il quartiere Parque Das Nacões. Questa è la parte più moderna perchè è stata completamente riammodernizzata e riadattata per un’occasione speciale: Expo ’98.

Lisbona: colori, paesaggi e fantastici dolci! – parte 1

Lisbona non potrà che stupirvi! I dolci, il fado, le strade decorate, i tipici tram, l’oceano e i tantissimi colori! Un viaggio ai confini dell’Europa


Questo articolo ha 3 commenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu
x Close

Like Us On Facebook


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552