Capodanno a Berlino


C’è un motivo per cui si preferisce Berlino ad altre città: perché è in costante evoluzione. Ciò che oggi non funziona, può essere migliorato domani. Io e i miei amici auguriamo a questa grande e vivace città che la sua intelligenza, il suo coraggio e la sua cattiva memoria, in pratica che le sue caratteristiche più rivoluzionarie rimangano in vita.

 

-Bertolt Brecht

Ciao! Oggi siamo qui per raccontarti il nostro ultimo viaggio: 5 giorni in Germania per festeggiare il Capodanno a Berlino.

Vogliamo spiegarti come trascorrere il Capodanno nella città che vanta i migliori festeggiamenti d’Europa (con meno di 500€!). 

1 ACQUISTARE IL VOLO PER CAPODANNO

  • Prima cosa da assicurarsi per partire a Capodanno : il volo! Sarà la spesa più imponente poichè, essendo Capodanno, i costi del viaggio in aereo si alzeranno parecchio. Prenotando con due mesi d’anticipo abbiamo speso 220€ di volo a/r da Bologna a Berlino Schonefeld. Consigliamo di utilizzare l’app Skyscanner. Questa mette a confronto i costi di tutte le compagnie aeree che compiono la rotta desiderata. ATTENZIONE!: da novembre 2018 ryanair ha inserito il prezzo del bagaglio a mano! Considerate 20 euro in piu per bagaglio.

2 PRENOTARE L’HOTEL A CAPODANNO

  • hotel : cercando su booking si possono trovare varie offerte interessanti. Suggeriamo di prenotare entro i primi di novembre onde evitare l’aumento dei prezzi causato dalla grande richiesta. Un hotel 3 stelle con pernottamento e prima colazione è tutto quello di cui avrete bisogno visto che i giorni di vacanza saranno pieni di visite alla città e dunque tornare in hotel per pranzo e cena rallenterebbe la tabella di marcia. Abbiamo soggiornato al Novum Lichtburg Hotel: 300 € di camera per un totale di 150 € a testa per 4 notti (dal 31 dicembre al 4 gennaio).

Quindi pernottamento, prima colazione, volo e bagaglio siamo riusciti a procurarceli con 390€.

3 TRASPORTI E ATTRAZIONI

Per muoverci durante i 5 giorni a Berlino abbiamo usufruito della Welcome Card : una carta che a partire da 20€ ti permette di utilizzare tutti i mezzi di trasporto illimitatamente. Una volta acquistata sul sito ufficiale è possibile ritirarla presso gli appositi sportelli in aeroporto.

Bene! Ora che tutto è pronto si possono organizzare le varie giornate. Ecco come noi siamo riusciti a vedere la maggior parte delle attrazioni in quattro giorni.

Per visitare il sito ufficiale del turismo di Berlino, clicca qui.

Capodanno

31 DICEMBRE : FESTEGGIAMENTI  DI CAPODANNO ALLA PORTA DI BRANDEBURGO

L’ultimo dell’anno siamo atterrati a Berlino di primo pomeriggio. Dall’aeroporto abbiamo preso un treno (metro S-Bahn linea S9), che ci ha condotto al centro della città in meno di un’ora, per poi raggiungere l’hotel (fermata Adenauerplatz), disfare le valigie e rilassarci un attimo dopo il viaggio.

Verso sera ci siamo preparati e abbiamo iniziato i festeggiamenti. Con la metropolitana abbiamo raggiunto Potsdamer Platz (fermata omonima che abbiamo raggiunto con la linea U2) dove l’atmosfera è resa incantevole da un grande mercatino natalizio pieno di luci e casette di legno.

Qui si ha un’ampia scelta su vari piatti dello street food tedesco. Abbiamo cenato con un cartoccio di gnocco fritto ripieno di currywurst (piatto tipico, wurstel conditi con salsa al curry), patatine fritte e funghi champignon giganti.

Con la modica cifra di 8€ siamo riusciti ad evitare il costo esagerato di un cenone festivo, ma godendoci comunque un esempio di cucina tedesca avvolta dalla splendida atmosfera dei mercatini berlinesi.

Dopo un’accurata visita alle casette di legno di Potsdamer Platz era giunta l’ora dei veri festeggiamenti.

CAPODANNO A BERLINO!

La Porta di Brandeburgo ospitava il concertone di Capodanno con la presenza per la maggior parte di artisti tedeschi ma anche di qualche star internazionale (Alice Merton).

Non aspettatevi di vedere il palcoscenico se non siete disposti a sedimentarvi con tende e panini dalle 10 di mattina. In compenso, dopo un lungo percorso e vari controlli precauzionali attuati dalla polizia di stato, potrete festeggiare e vedere lo spettacolo attraverso i vari maxischermi presenti nei bel mezzo del Tiergarten.

Noi abbiamo aspettato il conto alla rovescia ballando, cantando e bevendo drink presi direttamente dagli stand allestiti lungo tutta la Bundesstraße. Il divertimento è assicurato malgrado le temperature possano essere molto basse.

Al rintocco della mezzanotte un bellissimo spettacolo di fuochi d’artificio si apre in cielo e fa arrivare all’apice i festeggiamenti.

I locali resteranno aperti per tutta la notte per permettere ai cittadini di potersi scaldare con una cioccolata calda o brindare con cocktails.

Al mattino abbiamo preso la metropolitana (che è attiva tutta la notte tra il 31 e l’1) e siamo ritornati in hotel stanchi e felici, per riposarci e riprendere le energie per il giorno seguente.

Capodanno

1 GENNAIO: DOPO CAPODANNO L’ISOLA DEI MUSEI 

Dopo una notte di festa e divertimento ci siamo riposati fino a tarda mattinata. La sveglia alle 12 ha fatto si che potessimo saltare la colazione per dirigerci direttamente a pranzo. Essendo il primo gennaio (giorno festivo) bisognava stare attenti alle attrazioni aperte.

L’ISOLA DEI MUSEI

La nostra prima tappa (raggiunta con la linea U6 fermata Friedrichstraße) è stata l’isola dei musei: un lembo di terra in mezzo a Berlino, circondata da due fiumi, che ospita la maggior parte dei musei della città.

Noi abbiamo scelto il Pergamonmuseum (costo biglietto 18 euro) e dopo una lunga fila di circa un’ora (consigliamo per velocizzare i tempi di acquistare il biglietto online) siamo riusciti a vedere il mercato di Mileto, una delle porte di Babilonia e tantissimi altri reperti dal mondo orientale, greco e romano.

Il museo presenta anche l’altare di Pergamo, ma sfortunatamente quel giorno era in fase di manutenzione.

NIKOLAIVIERTEL, ALEXANDERPLATZ E IL SONY CENTER

Dopo la visita al museo abbiamo voluto passeggiare un po’ intorno alla città notando le varie bellezze che essa presenta: consiglio di fare un giro al Nikolaiviertel, un bellissimo quartiere storico con gli edifici della vecchia Berlino.

Continuando ad esplorare siamo arrivati ad Alexanderplatz, la piazza più famosa di Berlino poichè presenta la Torre della Televisione, il Rotes Rathaus (la sede del municipio) e l’Urania Weltzeituhr, l’orologio presente al centro della piazza che indica l’orario di tutti i paesi del mondo.

Un’esplorazione fugace alla piazza ci ha condotto al Sony Center, un centro commerciale a Potsdamer Platz, dove nel periodo invernale si può assistere a vari spettacoli e mangiare nei ristoranti che ne fanno parte.

Qui abbiamo cenato nella birreria Alex, una catena particolarmente presente nella città dove si possono gustare hamburger a prezzi moderati in un luogo accogliente e tranquillo.

Capodanno

2 GENNAIO: A 200 METRI DA TERRA!

CHARLOTTENBURG

La mattina seguente abbiamo programmato una gita al castello di Charlottenburg (ingresso adulti 17 euro per gli studenti 13), un vasto edificio del XIX secolo che presenta dei giardini in cui passeggiare e magnifiche stanze che richiamano lo stile della regina Sophie Charlotte (raggiungibile con il bus 101 da Adenauerplatz).

LA TORRE DELLA TELEVISIONE

Per il pranzo siamo tornati ad Alexanderplatz poichè volevamo visitare la Torre della Televisione (365 mt). Dall’osservatorio presente all’interno di esso si può ammirare la splendida skyline della città a 202 metri di altitudine.

Purtroppo i tempi di attesa non sono stati brevi (a causa della gestione della fila confusa, non efficiente e lenta). Consigliamo di prendere il biglietto e chiedere più o meno l’orario in cui si potrà salire (noi pagando il biglietto alle 15, al costo di 13 euro, siamo saliti in cima alle 18:30).

BERLINER DOM

Nel tempo d’attesa non abbiamo perso tempo e abbiamo visitato il duomo (ingresso a 7 euro), su cui è possibile salire per visitare la cupola.

Infine la giornata si è conclusa con la meravigliosa vista vertiginosa della Berlino illuminata a trecento metri di altitudine.  Emozionante e romantica.

Capodanno

3 GENNAIO: NEVE INASPETTATA

L’obiettivo del 3 gennaio era uno solo: vedere la maggior parte delle attrazioni berlinesi prima di rientrare in Italia.

La maratona iniziò al mattino presto quando dopo una ricca colazione a buffet in hotel, siamo arrivati al Reichstag, la sede del parlamento tedesco. Unico problema: il freddo, la fila lunghissima e… la neve!

Da un momento all’altro lo spiazzo difronte all’edificio divenne tutto bianco rendendoci felicissimi e sorpresi. Abbiamo dovuto rinunciare però alla visita interna del parlamento poichè la fila era di almeno 7 ore e noi non avevamo tempo da perdere. 

MONUMENTO AGLI EBREI

Contenti di aver visto il Reichstag almeno esternamente, abbiamo raggiunto il monumento per le vittime ebree in Europa. Un piazzale nei pressi della porta di Brandeburgo con circa 2700 stele di cemento che rappresentano le vittime ebree, lo spettacolo è da brividi e, se ci si sofferma a riflettere, è in grado di lasciare sensazioni di claustrofobia, isolamento e solitudine.

IL MUSEO DELLA STORIA TEDESCA

Berlino presenta moltissimi musei, ma oltre al Pergamonmuseum quello che ci interessava di più era il Deutsche historische museum (prezzo d’ingresso a 8 euro), ovvero il museo della storia tedesca.

Attenzione: la visita è in tedesco ed è consigliato comprare un’audioguida, ma con essa la durata della visita è lunga 4 ore. Riteniamo che il percorso sia decisamente noioso e non particolarmente accattivante fino alla sezione dedicata alle due guerre mondiali (decisamente suggestivi sono stati i poster di propaganda e le ricostruzioni dei campi di concentramento, davvero strazianti). Non siamo stati molto soddisfatti e per questo non la consigliamo.

CHECKPOINT CHARLIE

La giornata stava giungendo al termine. Abbiamo percorso il Checkpoint Charlie (punto di controllo tra l’ex Germania dell’est e dell’ovest) dove siamo saliti sulla metro e passati sopra all‘Oberbaumbrucke, un magnifico ponte rosso tutto da poter ammirare appena in anticipo l’incredibile vista sul fiume Sprea;

IL MURO

scendendo al capolinea (fermata Ostbahnhof linea S5) abbiamo potuto visitare il tanto famoso muro di Berlino, o almeno quello che vi rimane, chiamato East Side Gallery. Come in molti già sapranno il muro è stato decorato da murales densi di significato che meritano di essere visti e che vi concederanno una lunga passeggiata riflessiva e toccante.

Capodanno

4 GENNAIO: RITORNO A CASA E UN BELLISSIMO CAPODANNO

Giorno di ritorno in patria. Berlino ci ha sorpreso per la sua modernità e l’efficienza dei mezzi di trasporto, per la sua vastità di monumenti e per la capacità di unire il passato e il presente e farli convivere in una città storica. Un cittadino europeo dovrebbe visitare Berlino, crocevia della storia recente del continente, per assaporare il proprio passato.

Capodanno

 

 


I NOSTRI VOTI
CIBO
65%
TRASPORTI
90%
ATTRAZIONI
80%
CLIMA
50%
0
VOTO FINALE

Potrebbe anche piacerti:

Capodanno a Berlino

Ciao! Oggi siamo qui per raccontarti il nostro ultimo viaggio: 5 giorni a Berlino per festeggiare il capodanno 2019. Vogliamo spiegarti come trascorrere l’inizio dell’anno nuovo nella città che vanta i migliori festeggiamenti d’Europa (con meno di 500€!). 

5 giorni a Valencia

Iniziamo a raccontarvi di questa meravigliosa città citando questa poesia trovata nel web scelta proprio perché riesce a spiegare di quanto ci siamo innamorati di Valencia.Abbiamo raggiunto la città la scorsa estate dal 18 al 22 luglio ed abbiamo speso circa 450 euro a testa!

2 giorni a Napoli

La scorsa estate, a fine agosto, abbiamo avuto l’idea di visitare Napoli, una città che abbiamo sempre desiderato vedere invogliati dall’entusiasmo dei racconti dei nostri amici che avevano potuto soggiornarvi inoltre, essendo molto golosi, abbiamo colto l’occasione per assaggiare le specialità culinarie napoletane.

Questo articolo ha 2 commenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu
x Close

Like Us On Facebook


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.walkerstravel.it/home/wp-includes/functions.php on line 4552